La contabilizzazione DIRETTA viene impiegata negli impianti a distribuzione orizzontale caratterizzati da un unico circuito di alimentazione per ogni singola unità immobiliare (di normale progettazione e realizzazione nelle nuove costruzioni).
Il contatore di calore viene installato sulla tubazione dell’impianto di riscaldamento all’ingresso del circuito di zona (dell’appartamento) e ha la funzione di contabilizzare l’energia termica ceduta (contabilizzazione diretta ) ed è soggetto alla norma UNI EN 1434. Un contatore di calore è composto da:
• sonde a immersione rilevanti la temperatura di mandata (Tm) e di ritorno (Tr);
• contatore rilevante il volume di liquido in transito;
• unità di calcolo dell’energia termica elaborante i valori di temperatura e portata volumetrica.
Per una gestione autonoma dell'impianto si può abbinare anche una valvola di zona motorizzata che ha la funzione di aprire e chiudere il flusso di acqua calda al circuito e quindi all’appartamento, se collegata ad un termostato o crono termostato, consentirà agli utilizzatori di poter regolare la temperatura che si desidera mantenere nell’appartamento , e gli orari in cui si desidera avere o meno calore. I dati letti dal contatore saranno raccolte ed inviate al sistema di gestione per la fatturazione tramite il dispositivo di telelettura MiDoMet e al software di analisi e visualizzazione MiDoMet Soft

Contatore di calore compatto

Per la rilevazione diretta dei consumi di energia termica in impianti di riscaldamento e raffrescamento con commutazione stagionale automatica. Dotato di coppia di termosonde (PT500-PT1000) e completo di interfaccia radio WM-Bus per la comunicaizone dei dati al dispositivo MiDoMet.

grafico della contabilizzazione diretta